Perdonare? È una medicina prima per noi stessi.

PostDateIcon Martedì 14 Giugno 2016 20:22 | PostAuthorIcon Author: M. Cunico | 

La miglior vendetta è il perdono. Un detto molto saggio ma si direbbe poco praticato in una società come la nostra dove per il minimo torto subito ci si rivolge all’avvocato e perdonare le offese – opera di misericordia spirituale – anziché un gesto di grande spessore, viene spesso considerato un segnale di debolezza. Ci sono dunque meno persone buone disposte a perdonare o c’è più gente che tende a prevaricare sugli altri? Verona Fedele lo ha chiesto a Marco Cunico, psicologo, psicoterapeuta e sessuologo, nonché direttore del Consultorio familiare di Verona Sud.

Per una lettura integrale, alleghiamo il pdf contenente l'articolo in questione.

Ultimo aggiornamento (Martedì 14 Giugno 2016 20:26)
Attachments:
Download this file (153_vr1206_07.pdf)153_vr1206_07.pdf[ ]497 kB

Educare oggi, una speranza possibile

PostDateIcon Venerdì 14 Settembre 2012 15:25 | PostAuthorIcon Author: M. Cunico | 

parliamone insieme 

Sabato 27 ottobre 2012

presso l’Auditorium dell’Istituto San Giuseppe, in Via Bolzano, 1, con inizio alle 15.30.
Sono previsti gli interventi del Dr. Ezio Aceti (esperto di psicologia della disabilità, psicologia scolastica e mediazione in ambito familiare) e del  Dr. Marco Cunico (psicologo – sessuologo - direttore  del Consultorio Familiare Verona Sud)

“Educare oggi è ancora possibile? Vale ancora la pena impegnarsi verso le giovani generazioni?
Quali prospettive educative ci sono, quali speranze?”
Sono solo alcune delle domande che genitori, educatori, insegnanti, animatori, specialisti del settore si fanno quando si parla di educazione.
Sarebbe facile dire che “tanto tutto è inutile, perché la società, le mode, la televisione, internet sono più efficaci di ogni nostro sforzo”.
Ma noi sappiamo che non è così e non deve essere così. Tante esperienze positive, tante testimonianze, l’impegno di tante persone ci dicono che “educare oggi è ancora una speranza possibile”.
Nella sua Lettera sul compito urgente dell’educazione, indirizzata alla diocesi e alla città di Roma, Benedetto XVI aveva ricordato che «anima dell’educazione, come dell’intera vita, può essere solo una speranza affidabile». 
Per realizzare questo è indispensabile famiglia, società, chiesa, scuola, facciano la propria parte non in modo isolato ma in un sistema a rete, dove il fine ultimo è formare uomini e donne liberi, responsabili, capaci di amare e di scelte coraggiose.  

L’incontro è rivolto a quanti sono sensibili a questa tematica e in modo particolare a:
•    Genitori, soprattutto con figli da 3 a 12 anni
•    Educatori, catechisti/e
•    Operatori dei Consultori Familiari
•    Pedagogisti 
•    Animatori gruppi adolescenti


Per informazioni contattare la segreteria del Consultorio Familiare Verona Sud 
tel. 045 583480; e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; sito web: www.consultoriofamiliarevrsud.it.

La partecipazione è libera

Ultimo aggiornamento (Venerdì 14 Settembre 2012 15:29)
Attachments:
Download this file (111_Convegno - locandina -1.pdf)111_Convegno - locandina -1.pdf[ ]388 kB