Cosa fa un Consultorio Familiare oggi?

Un viaggio “virtuale” per saperne di più.

Siamo entrati “virtualmente” in un Consultorio Familiare di ispirazione cristiana della nostra Diocesi e abbiamo posto alcune domande ai vari operatori presenti. Dalle loro risposte è emerso un quadro abbastanza preciso di che cos’è e che cosa fa un consultorio familiare e quale importante ruolo può svolgere nell’aiutare famiglie, coppie e singoli a crescere. 
Forse nell’immaginario comune, “consultorio familiare” richiama un qualcosa di negativo, quasi una specie di “ultima spiaggia”: se lo si conoscesse di più, si capirebbe quanto invece sia uno strumento utile per favorire il benessere del singolo e della famiglia.
E allora… via alle domande.

Leggi tutto: Cosa fa un Consultorio Familiare oggi?

Il Consultorio Familiare

Un Consultorio Familiare è un servizio di interesse pubblico a favore della persona, della coppia e della famiglia.

Un Consultorio Familiare di ispirazione cristiana trae alimento e qualificazione dall’ispirazione cristiana, la quale, mentre induce ad affrontare i vari problemi e questioni personali, coniugali, familiari alla luce del Magistero della Chiesa, sollecita l’assunzione di uno stile particolare di accoglienza e di azione da parte di operatori professionalmente qualificati, che si pongono a fianco dell'utente per accompagnarlo a superare il momento di crisi.

Tutta l’attività del Consultorio, attraverso la metodologia del dialogo, dell’ascolto e dell’orientamento, ha come scopo primario la valorizzazione della persona e della famiglia nei loro profondi significati esistenziali.

Essendo un servizio pubblico e sociale, è aperto a tutti, senza alcuna distinzione.

 I principali servizi forniti riguardano attività di consulenza e sostegno ai singoli, alla coppia e alla famiglia sotto gli aspetti psicologici, sociali, medico – ginecologici, legali e di mediazione familiare

I servizi forniti dal Consultorio sono esplicati sia all’interno che all’esterno del Consultorio mediante:

  • Attività di consulenza svolta attraverso i colloqui degli utenti con i diversi operatori;

  • Attività di mediazione familiare, svolta anche su mandato istituzionale (Tribunale – USL);

  • Attività di formazione (interna e/o esterna), con corsi/incontri, quali:

    • educazione affettiva e sessuale presso scuole

    • interventi nei corsi di preparazione al matrimonio

    • incontri con adolescenti, giovani, gruppi sposi

    • incontri su temi specifici (es. serate di psicologia)

    • corsi (es. training autogeno)


Piero Dalle Vedove
Presidente